Pastrami mon amour

10/10/2018
By Sandra Tasca
Pastrami mon amour

Chi non ricorda la scena cult del film Harry ti presento Sally nella quale Meg Rayan degusta con soddisfazione un sandwich al pastrami? 

Siamo da Kat’s Deli nel Lower East Side a New York, uno dei locali più famosi d’America.

Fortunatamente per noi milanesi oggi non è necessario prendere un aereo perché da Dad’s Deli – Pastrami and More, un piccolo locale non lontano da Porta Veneziaè già possibile gustare questo splendido panino da quasi un paio d’anni.

Piatto di origine romena e tradizionale nella cucina ebraica, il pastrami è un succulento pezzo di carne di manzo (solitamente la punta di petto), lasciato in salamoia per 24 ore con diverse spezie tra le quali aglio, pepe nero, semi di mostarda, coriandolo e chiodi di garofano. 

Diversamente dalla ricetta originale, secondo la quale la carne va prima affumicata e poi cotta a vapore, da Dad’s Deli viene prima passata in forno a bassa temperatura e solo infine subisce l’affumicatura.

Quello che ne risulta è un prodotto molto saporito, così morbido da sciogliersi in bocca!

Il pastrami viene poi tagliato a fette sottili e servito con mostarda e cetriolini sott’aceto in pane caldo di segale, che da Dad’s Deli è artigianale, prodotto appositamente per loro. 

Tutta la materia prima è rigorosamente selezionata, in particolar modo il petto di manzo di Angus australiano, una razza molto pregiata e nota per la sua morbidezza e il sapore intenso, deciso.

Il panino si presenta alto e abbondantemente farcito: una vera libidine!

In accompagnamento vi consiglio di ordinare, oltre alle classiche e intramontabili patatine fritte, l’insalata di cavolo cappuccio, croccante e lievemente acida, che ben si sposa con la dolcezza e il retrogusto speziato della carne.

Da provare sono sicuramente anche le varianti con il salmone e soprattutto con il petto tacchino, davvero tenero e appetitoso.

L’idea di creare un locale dedicato al pastrami di una qualità superiore e prodotto artigianalmente è di Donovan Costa e Davide, entrambi animati da uno spirito curioso e ghiotto di novità e sperimentazioni in campo gastronomico.

I due soci hanno ricreato un ambiente molto accogliente con mattoni a vista alle pareti, sedie in legno bianco e paglia, acciaio e legno più scuro per i tavoli e un bel verde petrolio come colore principe. Un locale dallo spirito informale che a tratti ti fa credere di essere proprio nella Grande Mela.

Pastrami mon amour

successivo
14/11/2018

Il forno americano

By Denise Frigerio