Affettami

23/11/2018
By Aldo Palaoro

La pausa pranzo, per chi non si accontenta di scelte sempre uguali è anche un'occasione per esplorare il quartiere ove ci si trova per lavoro o per diletto.

Non riesco a resistere e, ogni volta che capita, monitoro un pezzo nuovo di città.

Comincio subito col dire che, quando bazzico intorno a Piazzale Loreto a Milano, sono colpito dalla vivacità che un luogo, nell'immaginario collettivo triste e degradato, esprima, invece, un'energia umana che si riflette automaticamente nelle più disparate attività. Va da sé che la ristorazione sia spesso quella più dinamica.

Locali di ogni genere, ove il multiculturalismo è la regola e ci sono alcuni ristoranti veramente degni di nota. Tuttavia, noi dobbiamo parlar di panini, dunque, fotografiamo i movimenti in tal senso registrando conferme e novità.

Tra queste ultime segnaliamo all'inizio di via Porpora, al civico 14, un piccolo locale, aperto da un paio di settimane, il cui nome è già un manifesto: Affettami, con sottotitolo: panineria, salumeria.

Al suo interno, un bancone che è già menu, in gran parte dedicato a panini e piade, con in bella vista salumi e formaggi, insomma una dichiarazione di intenti molto chiara. Non resta che provare, magari partendo da un panino iconico, la Michetta con salame, offerta al prezzo competitivo di € 2,50.


precedente
21/11/2018

All'arte! Al latte!

By Olga Orlandi
successivo
11/12/2018

Piccola (e doverosa) ode ai paninari

By Marianna Tognini