IL PRIMO PASSO

11/11/2016
By Anna Prandoni

Ho iniziato a seguire il progetto dell'Accademia del Panino Italiano convinta che il panino, nella sua composta semplicità, fosse in realtà un contenitore infinito di storie, passioni, abilità artigiane, competenze. Che nel suo essere cibo per tutti, fosse veicolo di racconti più ampi. 

Dopo la prima tavola rotonda che ha raccolto i tantissimi player che sul campo creano, realizzano e commercializzano questo 'piatto alla mano', tenutasi giovedì 10 novembre nella sede della nostra Accademia, ho confermato il mio pensiero, ma l'ho anche fortificato con nuove riflessioni.

Tanti volti, tante storie personali e professionali, tante tecniche e differenti esperienze: ma un'unica grande certezza. Il panino c'è, ed è italiano.

Quello che accomuna persone tanto diverse, e che operano a tanti chilometri tra loro, è la ricerca spasmodica degli ingredienti, la capacità unica di abbinarli, il radicamento in un territorio da spiegare e da assaporare, e la grande capacità tutta italiana di porgerlo con un sorriso e una frase che racchiuda tutto il saper fare che il panino porta con sè.

Positivi, concreti, entusiasti e - a tratti - increduli: perchè i problemi di ciascuno, messi in comune, sono le opportunità di tutti.

Si dà il via così ad una esperienza virtuosa e efficace, di confronto e condivisione, che siamo felici di aver costruito, ospitato e sostenuto.

Un grazie speciale a tutti coloro che hanno intrapreso questa strada con noi:

NINO U'BALLERINO  | Palermo

Basta aver visto Antonino Buffa preparare un pani ca’ meusa per comprendere il suo soprannome.
Nino e' un artista che ha valorizzato talmente tanto la preparazione della milza da averle ideato e dedicato una Sagra, in cui offre panini ca’ meusa a tutto il quartiere. 

PESCHEF | Trani

"SAPPIAMO CHE PESCI PRENDERE", affermano i giovani titolari di peschef che propongono Alta ristorazione a base di pesce crudo e cucinato, rivisitata in chiave street food.
Chef: Domenico Giannico e Nicola di Gregorio 

DA GIGIONE | Napoli

Panini pensati come piatti di alta cucina. è la chiave della filosofia dell’hamburgheria Da Gigione a Pomigliano D’Arco, in provincia di Napoli dei fratelli Gennaro, Raffaele e Alberto Cariulo. fare panini con la carne della macelleria di famiglia. e' quello che ha convinto i tre fratelli a creare, una proposta di immediato successo.
La qualita' della materia prima, l'attenzione a ogni dettaglio, compreso l'abbinamento a vini e birre, fanno il successo di questo locale che esprime la Campania in modo originale. 

SASA' SANDWICH AND SALADS | Roma

Sasà nasce dall’idea di due fratelli, Giorgio ed Edoardo, con l’intento di creare qualcosa di innovativo; partendo dalla volontà di lavorare con prodotti di alta qualità rimanendo, però, ancorati a ciò che di più semplice esiste: un panino, nel prestigioso quartiere romano di Parioli. 

ALL'ANTICO VINAIO | Firenze

Da oltre 25 anni gestito con immutata passione da Tommaso Daniele Fedra. Una piccola bottega dove vengono servite Focacce Ripiene accompagnate da un buon bicchiere, perche' secondo Tommaso l'offerta del Panino non puo' prescindere dall'abbinamento con il vino italiano (da sceglier tra oltre cento etichette).

IL CERNACCHINO | Firenze 

Ancora una volta nasce in famiglia un'impresa della ristorazione attorno al panino. Le sorelle Franscesca e Giuliana Spinelli hanno saputo rendere accattivanti con un tocco di originalità e a prezzi contenuti le classiche imbottiture fiorentine, come il lampredotto e la trippa, serviti all’interno di un panino scavato che fa da piatto e da accompagnamento. Merita un plauso il fatto che il Menù varia ogni giorno. 

'INO | Firenze

Alessandro Frassica Impara l'arte del bello nel mondo della moda e... la mette da parte facendone tesoro per dedicarsi a una sua passione: far felice la gente a tavola con una proposta semplice e irresistibile, accessibile e assoluta: il panino, a cui ha dedicato anche due libri di grande successo. Trascinante anche nei suoi imperdibili cooking show in Italia e nel mondo, è un grande ambasciatore del panino che parla italiano in senso contemporaneo.

ADONE | Viareggio 

In Versilia “Adone” vuol dire panini golosi. L’ambiente è informale, si ordina al bancone, ci si siede e si attende di essere chiamati. Il menu del giorno comprende panini a base di farciture calde e fredde, scritte sulla lavagna all’entrata. Qualita' degli ingredienti, estro assoluto e gran senso di accoglienza dei titolari e street chef Francesca Venturi e Paolo Loddo ne fanno un testimonial della cucina toscana in formato panino. 

IL GIUSTO GUSTO | Piacenza

Danilo Gatti ha avuto un'idea straordinaria: non limitare l'esperienza sensoriale del PAnino a quella del gusto, ma arricchirla di altre emozioni: buona musica, mostre, letture di bei libri e, naturalmente, l'abbinamento di vini e birre artigianali per ritrovare un gusto italiano per il saper vivere bene. 

SALUMARE | Trieste

Ovvero il laboratorio del pesce, lunghe tavole conviviali all’esterno, un unico bancone interno dove gustare piatti semplici ma gustosi: baccalà mantecato, rebechin (stuzzichini) di mare, aringhe, tartine e panini a base di pesce affumicato, pâté di tonno. 

ALVOLO CIBO DI STRADA | Pavia

Due amiche, due socie!
Un incontro casuale fra due buone forchette e passioni condivise fa nascere Alvolo Cibi Da Strada, creatura di Laura Cagnetti e Roberta Di Florio. qui tutti i golosi vengono premiati con panini di grano duro imbottiti con ingredienti certificati che spaziano dalle tartare di pesce fino alle versioni vegetariane e vegane.
Una chicca di valore in questa bella citta' lombarda. 

PanB | Milano

Una storia che nasce sotto una campana di vetro.
PanB propone un panino straordinario che cuoce in pochi minuti sotto i nostri occhi dentro una campana di vetro, Un'esperienza sensoriale unica che nasce dall'esperienza di un grande maestro panificatore: Adriano Continisio.
I nomi delle variagate imbottiture sono irresistibili e divertitenti perche' giocano sul termine pane e ciò che ci sta dentro: PANcheTTA, PanZana, PanCotto. 

PANINOLAB | Milano

Una ventina di panini con ingredienti DOP o IGP e materie prime provenienti da tutta Italia e non solo.
Una proposta super contemporanea nella cornice di una storica Ferramenta del 1927, perche' anche l'emozione che trasmette il luogo concorre al successo di una proposta. Da PaninoLab si possono gustare antichi e nuovi sapori sono racchiusi in un pane, rigorosamente a lievitazione naturale con pasta madre e farine macinate a mano. 

PANINO GIUSTO | Milano

Panino Giusto dal 1979 e' uno dei brand pionieri del Panino Gourmet in Italia.
Qualita' e freschezza degli ingredienti, Panini esclusivamente preparati al momento e ricerca di prodotti sempre più locali uniti alla preparazione di un pane di farine bio e lievito madre sono i punti fermi della proposta che oggi arriva fedele a se stessa in 27 locali, 7 dei quali nel mondo. 

Leggi il racconto di ieri su Steller